Archivi categoria: Persone

Conferenza sul razzismo


Si apre oggi a Ginevra la conferenza sul razzismo, nota anche come Durban 2. Molti paesi, tra i quali Italia, USA, Canada, Israele, Germania ed Olanda, hanno deciso di non parteciparvi considerando la bozza del docuemento finale razzista, per via dei suoi aspetti antisemiti e della influenza degli integralisti religiosi.

Effettivamente la prima conferenza, tenutasi a Durban nel 2001, aveva prodotto un documento finale molto controverso, tant’è che molte organizzazione non governative ,  Amnesty International ad esempio, si sono poi dissociate dal testo finale (vedi Wikipedia: The Durban Declaration and Programme of Action ).

Speriamo che questa volta la situazione cambi in meglio…

Classi ponte


In questi giorni si fa un gran parlare della mozione leghista che intende istituire dei percorsi di introduzione, tramite classi ponte, per gli studenti stranieri nelle scuole pubbliche.

Va da se che, essendo solo una mozione, la proposta può non diventare realtà o prendere tutt’altra strada, ma a me l’idea non dispiace.

E’ una cosa che già in altri paesi, Francia, Olanda, Germania, Catalogna, è realtà per qualsiasi straniero, europei inclusi, che non conosce la lingua.

Credo che nelle scuole, dalle elementari alle superiori, sia necessario garantire il miglior insegnamento possibile ai ragazzi. Non mi sembra che sia uno scandalo dire che, se in una classe ci sono ragazzi che non conoscono la lingua, tutta la classe ne ha uno svantaggio. Ne ha sicuramente uno svantaggio il ragazzo, che perde per strada tutto ciò che gli viene insegnato in una lingua che non conosce, rischia di essere valutato in modo scorretto solo perchè non comprende le domande. Credo che il frequentare una classe ponte sia meglio che essere bocciato per uno o più anni.

Se poi il bambino inizia ad essere inserito in una scuola materna credo che il problema non si ponga. Se invece l’inserimento è fatto alle medie o, addirittura, alle superiori sono convinto che le classi ponte siano l’unica soluzione.

Mi sembrano non onesti tutti quelli che evocano razzismo e segregazione, o chi assimila un ragazzo straniero ad un portatore di handicap. Il primo ha la fortuna di poter imparare la lingua, mentre il secondo ha un limite che non può superare, è quindi corretto che la scuola gli affianchi un docente di supporto. Francamente non capisco le critiche da parte di Famiglia Cristiana.

Ma se non è normale non lo deve portare in mezzo alla gente


La prima “notizia” che leggo oggi dal Social Network della azienda per la quale lavoro:

Alla mia spiegazione, dopo averle detto che il piccolo aveva una sindrome autistica, mi ha detto “Ma se non è normale non lo deve portare in mezzo alla gente“.

La storia completa, avvenuta nel Carrefour di Assago e non in uno sperduto villaggio sui monti cinesi, è riportata in Email che fanno male | Black Cat.

Non ho parole se non un bel po’ di rabbia.

Via Annarella (per chi può accedervi), Scrapping and Playing, Paul The Wine Guy.

Ciao Padre Alvaro


Si è spento padre Alvaro Durante.

Padre Alvaro Durante

Padre Alvaro Durante

Molti lo ricorderanno per le sue apparizioni in televisione (Quelli che il calcio, Maurizio Costanzo Show, …) in qualità di Prete Tifoso.

Io ho avuto la fortuna di essere uno dei suoi ultimi studenti ai tempi in cui frequentavo la prima al liceo Lussana. Di lui ricordo con piacere il fatto che ti fermava per i corridori a chiederti come stavi e a fare quattro chiacchiere. L’ultima volta che l’ho visto stava arbitrando una partita di pallavolo nel campionato giovanile CSI, tanto per dimostrare che a lui non interessava solo il calcio ma più in generale lo sport ed i giovani.

Arrivederci padre Alvaro.

All’ordine senza diritti preferisco il disordine umano


Leggo un articolo dal sito del Il Sole 24 ore in cui si riporta il pensiero del regista Zhang Yimou: “Il regista Zhang Yimou: «I diritti umani frenano l’Occidente»“.

Ciò che dice mi fa paura. Credo che i diritti umani siano un bene irrinunciabile e che sia dal disordine rispettoso che possano nascere la bellezza e l’eccellenza nelle arti e nelle scienze, non dal ordine imposto disumanamente.

Fortunatamente mi trovo d’accordo con il commento di Luigi Monconi, sempre del Il Sole 24, “Sono le parole di un corifeo di regime“.

Amici di Magdi Cristiano Allam


Oggi sono capitato sul sito dell’associazione Amici di Magdi Cristiano Allam. Sul sito, manco a dirlo, scrive anche Magdi Allam, un giornalista che ho sempre apprezzato per la sua schiettezza.

Nel sito sono presenti quattro appelli che è possibile sottoscrivere:

  1. Per la vita di Eluana;
  2. Per Israele;
  3. Salviamo l’Italia;
  4. Io sto con il Papa.

Ad essere sincero non li ho ancora letti, spero nei prossimi giorni di dedicargli un po’ di tempo e, se li condividerò, di sottoscriverli.